Slot Mob – Un bar senza slot ha più spazio per le persone

Featured

Alla cortese attenzione di tutti coloro che hanno seguito gli incontri organizzati da Comunità educante per un territorio vivo di cui Il Glicine fa parte.

L’avventura di “Comunità educante per un territorio vivo” non si è conclusa, anzi intende proseguire anche con il vostro contributo sia sul fronte delle dipendenze che su quello del disagio e del bullismo.  In allegato inviamo due documenti che vi preghiamo di leggere attentamente per fare un po’ il punto della situazione e per poterne  discutere assieme nell’incontro del 17 settembre 2013 alle ore 20,45 presso l’Oratorio S. Marco via Giovanni XXIII, 43 San Lazzaro di Savena al quale vi chiediamo caldamente di partecipare perché prezioso è il contributo di tutti e di ciascuno.

Progetto Comunità educante per un territorio vivo

Slot Mob

Spettacolo di Teatro Forum sul rapporto genitori e figli / educatori-ragazzi

Featured

DOPO GLI INCONTRI DI MAGGIO- GIUGNO E DI SETTEMBRE, QUEST’ULTIMO CON COMASCHI E TATA ADRIANA, VI PRESENTIAMO LA PROSSIMA INIZIATIVA:

Spettacolo di Teatro Forum sul rapporto genitori e figli / educatori-ragazzi

[leggi il volantino]

Capire ed aprirsi a nuove possibilità nelle relazioni quotidiane attraverso lo spettacolo con qualche colpo di scena;sperimentare con il metodo del teatro diverse possibilità di partecipazione e di cambiamento.

Per permettere la partecipazione di più persone ed essere più vicino alle famiglie e ai volontari delle frazioni, REPLICHEREMO L’EVENTO IN QUATTRO LOCALITÀ DIVERSE come sotto riportato. Chiediamo ad ognuno di Voi di verificare il luogo più vicino e di aiutarci nella divulgazione sul territorio, seguirà volantino. È consigliato dare cenno di conferma alla partecipazione rispondendo alla presente mail.

Date degli spettacoli:

Sabato 10 Novembre dalle 10 alle 12,30 c/o Centro Annalena Tonelli

Via Galletta 42 (La Mura S.Carlo, S.Lazzaro di Savena)

Sabato 17 Novembre dalle 10,00 alle 12,30 c/o Parrocchia Castel de’ Britti

Sabato 24 Novembre dalle 16.00 alle 18,30 c/o Centro La Terrazza

Via Del Colle 2 (Ponticella, S. Lazzaro di Savena)

Sabato 1 Dicembre dalle 10,00 alle 12,30 c/o Mediateca di San Lazzaro

Grazie per averci seguiti e sostenuti in questo percorso, Via aspettiamo numerosi……..

Il comitato organizzatore di comunità educante

Realizzato insieme a Volabo nell’ambito del progetto “Comunità educante per un territorio vivo” – 2011

Progetti in corso

Featured

Denominazione del progetto LABORATORIO FAMIGLIA
La finalità dell’iniziativa è di promuovere lo sviluppo dell’Associazione attraverso la formazione e l’acquisizione di conoscenze e competenze che i volontari dell’Associazione “Il glicine” potranno applicare nel sostegno e promozione della famiglia.
Inoltre la realizzazione di un ciclo di eventi culturali favorirà la conoscenza dell’associazione sul territorio e la possibilità di ampliare il bacino d’utenza e le famiglie coinvolte attivamente nell’ associazione.
Il progetto si rivolge alle famiglie residenti sul territorio di San Lazzaro e intende promuovere e sostenere azioni di informazione, conoscenza, aggregazione e sviluppo delle famiglie in oggetto con attenzione alle dinamiche derivanti dalla complessità quotidiana, dal lavoro di cura, dalla precarietà occupazionale, dalla disabilità, dall’intercultura
Il progetto si svilupperà attraverso due tipi di percorso:

un gruppo di incontri tematici informativi incentrati sul ciclo vitale della famiglia
un gruppo di incontri laboratorio dove, la lettura animata/drammatizzata di brevi testi sulla relazione in famiglia fungerà da pretesto per l’attivazione di uno scambio di vedute e promuoverà la conoscenza /socializzazione dei nuclei familiari presenti.

 

RUOLO all’interno del progetto del volontariato

Progettazione e preparazione incontri pubblici, pubblicizzazione attività, segreteria iscrizioni e informazioni. Animazione per i bambini durante gli incontri con i genitori. Sostegno alla partecipazione dei soggetti più deboli. Attività di coordinamento e promozione del progetto. Relazioni con gli enti pubblici per il supporto al progetto e per l’utilizzo di spazi e di attrezzature tecniche. Relazioni con altre realtà del territorio

Azione 1 _ Serie di 5 incontri tematici rivolti alle famiglie, relativi al normale ciclo vitale della famiglia

 

Modalità di erogazione e di accesso del servizio, attività di supporto e connessione con altri settori, Centri di servizio, altri soggetti:

I volontari dell’associazione individueranno i docenti e organizzeranno insieme a loro i laboratori, si occuperanno inoltre dell’ideazione del messaggio promozionale, della realizzazione del depliant e della locandina usufruendo del servizio diretto di consulenza grafica di Volabo, e della sua diffusione sul territorio.
Realizzazione di 5 incontri pomeridiani o serali della durata di 3 ore presso sedi pubbliche del Comune di San Lazzaro in collaborazione con le istituzioni locali, con altre associazioni, centri territoriali e gruppi di volontariato, con il Centro servizi VOLABO e con il Punto di Contatto e animazione di S.Lazzaro
Ogni incontro sarà fornito di servizio di baby sitter gestito da alcuni volontari dell’associazione, e in emergenza in mancanza di volontari, è previsto il pagamento del servizio per soli due incontri.

La formazione della coppia->matrimonio o convivenza ->aspetti sociali ->aspetti relazionali ->aspetti economici

Compiti di sviluppo: creazione responsabile di un nuovo microsistema

La famiglia con figlio-> modificazione della relazione di coppia
->rapporti con i nonni, ->ridefinizione dei rapporti con gli amici ->accesso all’istituzione.
Compiti di sviluppo: ridefinizione delle priorità personali, consolidamento nuovi equilibri, accoglienza, trasmissione di valori e principi.
La famiglia con figli adolescenti e post adolescenti->ridefinizione della relazione genitoriale ->gestione del conflitto con i figli->crisi del “nido vuoto”
Compiti di sviluppo: ascolto attivo, confronto fra genitori, incremento dell’autonomia.
La famiglia anziana->gestione della solitudine ->accettazione dei propri limiti->ridefinizione del rapporto con i figli->rapporti con l’istituzione
Compiti di sviluppo: restituzione dell’accudimento ricevuto e promozione della memoria di famiglia
La famiglia in crisi->la separazione della coppia-> il conflitto->rielaborazione del lutto->comunicazione con i figli->ridefinizione dei legami e delle relazioni familiari.
Compiti di sviluppo: superamento del conflitto a salvaguardia della genitorialità.

Tipologia delle risorse umane impiegate e loro ruolo:
1 Esperto a contratto per ogni incontro, da individuare in base alla tematica e alle disponibilità tra le seguenti figure professionali: psicologo, pedagogista, mediatore familiare, assistente sociale, tecnico della comunicazione, educatore.
1 esperto reperito dall’associazione e messo a disposizione gratuitamente dal Centro per le famiglie G.P. Dore per un incontro.
1 esperto reperito dall’associazione e messo a disposizione gratuitamente dalla Rete Vicariale delle Famiglie per due incontri.
2 volontari del glicine per la progettazione, il coordinamento, preparazione, la pubblicizzazione e la segreteria iscrizioni e informazioni
2 volontari del glicine per il servizio di baby sitting
1 baby-sitter a pagamento per due incontri (per coprire in emergenza eventuali assenze di volontari)
Servizio diretto consulenza grafica Volabo per la realizzazione di volantino e locandina promozionale degli eventi

Tipologia degli eventuali prodotti previsti:

Depliant e locandine promozionali del ciclo di eventi con informazioni circa i luoghi, le date e gli argomenti degli incontri
Dispense degli incontri.
Azione 2 _

Serie di incontri di tipo laboratoriale con lettura/drammatizzazione di testi inerenti alle relazioni familiari
Realizzazione dei 3 incontri pomeridiani o serali della durata di 3 ore presso sedi pubbliche del Comune di San Lazzaro. Ogni incontro sarà fornito di servizio di baby sitting gestito da alcuni volontari dell’associazione, e in emergenza in mancanza di volontari, è previsto il pagamento del servizio per soli due incontri se non già utilizzato nell’azione 1.

Temi degli incontri:

“Donne sull’orlo di una crisi di nervi”-> compiti e disavventure delle donne lavoratrici madri e mogli nella società tra sviluppo e tradizione .
“Vado a vivere da solo” ->autonomia e dipendenza ,precarietà e progettualità, ideali e falsi miti dei figli adolescenti.
“Dieci giorni senza PlayStation”-> la ricerca dell’autorevolezza e della coerenza nell’educazione dei figli, orientamento alla solidarietà e all’impegno

 

Azione 3 _ Formazione di volontari del sorriso con i bambini
Obiettivi specifici:

Formare i volontari dell’associazione Glicine interessati all’animazione con i bambini e gli adolescenti .

Rinforzare il gruppo dei volontari dell’associazione a disposizione per il servizio di animazione e baby sitting durante gli incontri pubblici dell’associazione

Modalità di erogazione e di accesso del servizio, attività di supporto e connessione con altri settori, Centri di servizio, altri soggetti:

Realizzazione di 2 giornate di formazione della durata di 6 ore presso Habilandia struttura messa a disposizione gratuitamente dal Comune di San Lazzaro secondo la metodologia dei volontari del sorriso dell’associazione Ridere per Vivere.

Tipologia delle risorse umane impiegate e loro ruolo:
1 docente formatore dell’Associazione Ridere per Vivere per ogni incontro
1 volontario del glicine per la progettazione, il coordinamento, preparazione, la pubblicizzazione presso gli altri volontari

Storia

Featured

Questo nuovo soggetto associativo, nato da una pluriennale riflessione maturata all’interno del Forum del Volontariato, con il prezioso apporto delle associazioni aderenti, in specifico il “CEDIM” per la mediazione familiare, presieduto dalla compianta Anna Maria Cella, dai gruppi parrocchiali, le associazioni dei disabili, le associazioni per la solidarietà internazionale, vede la costituzione nel 2006 con il tentativo prezioso, nonostante il mancato risultato, che ci ha visti impegnati, istituzioni, associazioni, ASL, Ucipem, Presidente della Consulta comunale per la Famiglia, nell’elaborazione del progetto per l’apertura del Centro comunale per la Famiglia presso i locali dell’ex Bar Pino, presso cui da anni si chiedeva di collocare anche la sede del Forum del Volontariato e il punto di contatto e di Animazione territoriale di Volabo, Centro servizi per il volontariato.
Tappe significative verso la creazione della nuova associazione IL GLICINE sono stati una serie di incontri organizzati dal Forum del Volontariato in collaborazione con il Comitato Regionale per i diritti della famiglia e il Centro GP Dore sul tema della famiglia.
Da allora l’associazione ha organizzato una serie di incontri sul territorio legati al ciclo vitale della coppia e della famiglia e ha iniziato a collaborare con le scuole, in particolare con la scuola media inferiore Rodari-Jussi, nell’organizzazione del progetto Benessere che, rivolto ai genitori, crea nell’arco dell’anno scolastico svariate occasioni di incontro, dibattito, visione di films con il supporto di specialisti su tematiche molto attuali ed emergenti.